Emergenza Coronavirus: nota della Direzione Generale FIPE

A seguito delle numerose richieste di chiarimenti pervenute in ordine all’indicazione delle attività dei servizi di ristorazione sospese dall’art. 1, comma 1, punto 2, del DPCM dell’11 marzo 2020, si trasmette nota integrale della Direzione Generale Fipe che fornisce un riepilogo delle attività del comparto dei pubblici esercizi  che sono state sospese (eccezion fatta per il delivery) e di quelle che, invece, possono proseguire.

Tra le attività sospese dal DPCM 11.03.2020  vi sono quelle “dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie)”, vale a dire tutte quelle ricomprese nel Codice Ateco 56 “Attività dei servizi di ristorazione”, ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale (cod. 56.29.), per le quali si prevede espressamente la possibilità di proseguire, nonché degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande posti nelle aree di servizio e di rifornimento (presso strade, autostrade, stazioni ferroviarie, ecc…)…


Consulta e scarica la nota FIPE 

Allegato 1: tabella attività consentite

Allegato 2Circolare  Ministero dell’Interno

Allegato 3Aggiornamento provvedimenti emergenza COVID_19