Percorso di formazione e accompagnamento alla creazione d’impresa: scadenza 5 novembre

Aperte le iscrizioni al percorso gratuito di formazione e accompagnamento alla creazione d’impresa e al lavoro autonomo negli ambiti dell’e-commerce e ICT  S.T.E.P. – Services and Training for E-business Project

Le domande possono essere inoltrare entro il 5 novembre 2018, ore 13:00.

L’obiettivo principale del percorso è quello di favorire l’avvio di nuove iniziative imprenditoriali nell’ambito del commercio on line e dell’ICT e di sviluppare idee per l’e-business fornendo servizi di assistenza e formazione ai futuri imprenditori.


La formazione è rivolta ai giovani diplomati sino a 35 anni, NEET (giovani non iscritti a scuola né all’università, che non lavorano e non seguono corsi di formazione o aggiornamento professionale) residenti o domiciliati in Sardegna, di cui almeno il 45% donne.

E’ previsto un viaggio di studio di una settimana a Londra: visite studio presso importanti aziende del settore. Partecipazione a workshop e seminari.
Attività di ricerca e di analisi del proprio progetto imprenditoriale.
Alcune aziende che visiteremo: “Everis UK” – “Youtube Space” – “BT-British Telecommunications” – “Google Campus London” – “Imperial College London” – “Google” (la nuova sede).

La domanda (corredata dai documenti richiesti) deve essere inviata tramite raccomandata a/r a: ISCOM E.R. via Tiarini 22 – 40129 Bologna (BO). – Cell. (+39) 333 6478059

In alternativa, può essere consegnata esclusivamente a mano presso:

  • Confcommercio Nord Sardegna – Performa Sardegna, C.so Pascoli 16/B Sassari Tel. 079/2599500
    e-mail: sassari@esardinia.net
  • Ascom Confcommercio Nuoro-Ogliastra, Galleria Emanuela Loi 8 Nuoro Tel. 078430470
    e-mail: nuoro@esardinia.net
  • Ascom Servizi Confcommercio Cagliari, Via Santa Gilla 6 Cagliari Tel. 070/282040
    e-mail: cagliari@esardinia.net
  • Ascom Servizi Confcommercio Oristano, Via S. Mele 7/G Oristano Tel. 078373287
    e-mail: oristano@esardinia.net

Documentazione ufficiale

Bando integrale  (.pdf)

Precisazioni bando integrale (.pdf)

Avviso pubblico (.pdf)

Avviso pubblico – proroga presentazione domande al 5 novembre (.pdf)

Allegato A – Criteri di assegnazione (.pdf)

Domanda di partecipazione (.pdf)

Modulo di presentazione idea di impresa (.doc)


Sito internet ufficiale: percorso STEP

 

“Responsabile marketing e strategie commerciali per la vendita on line”: scadenza 5 novembre

Aperte le iscrizioni al percorso formativo gratuito per la qualifica diResponsabile del marketing e delle strategie commerciali per la vendita on line di prodotti o servizi”.

Le domande possono essere inoltrare entro il  5 novembre 2018, ore 13:00.

L’obiettivo del percorso è quello di formare una figura professionale capace di occuparsi della definizione e dell’implementazione del piano di marketing e delle strategie commerciali per la vendita on line di prodotti e servizi, compresa la valutazione dei relativi indicatori economici.

Gli ambiti disciplinari di riferimento saranno quindi relativi sia all’area comunicazione e marketing che a quella del settore ICT, con particolare attenzione alla progettazione e alla gestione di un sito web finalizzato alla vendita on line.

La formazione è rivolta ai giovani diplomati sino a 35 anni, NEET (giovani non iscritti a scuola né all’università, che non lavorano e non seguono corsi di formazione o aggiornamento professionale) residenti o domiciliati in Sardegna, di cui almeno il 45% donne.

E’ previsto un rimborso spese forfettario pari a € 500,00 (per le modalità e le tempistiche di erogazione si rimanda all’Avviso di selezione).

Previo superamento dell’esame finale, verrà rilasciato Attestato di Qualifica Profilo n. 56215 RRPQ Sardegna di “Responsabile del marketing e delle strategie commerciali per la vendita online di prodotti o servizi”.

La domanda (corredata dai documenti richiesti) deve essere inviata tramite raccomandata a/r a: ISCOM E.R. via Tiarini 22 – 40129 Bologna (BO). – Cell. (+39) 333 6478059

In alternativa, può essere consegnata esclusivamente a mano presso:

  • Confcommercio Nord Sardegna – Performa Sardegna, C.so Pascoli 16/B Sassari Tel. 079/2599500
    e-mail: sassari@esardinia.net
  • Ascom Confcommercio Nuoro-Ogliastra, Galleria Emanuela Loi 8 Nuoro Tel. 078430470
    e-mail: nuoro@esardinia.net
  • Ascom Servizi Confcommercio Cagliari, Via Santa Gilla 6 Cagliari Tel. 070/282040
    e-mail: cagliari@esardinia.net
  • Ascom Servizi Confcommercio Oristano, Via S. Mele 7/G Oristano Tel. 078373287
    e-mail: oristano@esardinia.net

 


Documentazione ufficiale

Bando integrale  (.pdf)

Avviso pubblico (.pdf)

Avviso pubblico – proroga al 5 novembre (.pdf)

Domanda di partecipazione (.pdf)

Precisazioni al bando integrale (.pdf)

Brochure (.pdf)


Sito ufficiale: corso responsabile del marketing e delle strategie commerciali per la vendita online di prodotti o servizi

Ancora aperte le iscrizioni al percorso gratuito di accompagnamento alla creazione di impresa “ISOLA”

PROROGATI I TERMINI PER LE ISCRIZIONI AL PERCORSO GRATUITO DI ACCOMPAGNAMENTO ALLA CREAZIONE D’IMPRESA E AL LAVORO AUTONOMO – NUOVA SCADENZA 9 OTTOBRE 2018

Titolo Corso: “ISOLA: Innovatività – SOstenibilità e Lavoro Autonomo

 (Durata 120 ore) – SASSARI

Si comunica che l’Agenzia Formativa EQUILIBRIUM CONSULTING SRL

in partnership con Performa Sardegna Scarl, Iscom Emilia Romagna, FEDERALBERGHI Sardegna; Confcommercio Imprese per l’Italia Sardegna; Confcommercio Imprese per l’Italia Nord Sardegna; Ascom Servizi Cagliari; Ascom Confcommercio Servizi Nuoro  e Ascom Servizi Oristano

ha aperto le iscrizioni al corso:

ISOLA: Innovatività – SOstenibilità e Lavoro Autonomo<< DALLA FORMAZIONE AZIENDALE, ALLA DEFINIZIONE DELL’IDEA DI BUSINESS E ALLA CREAZIONE DI NUOVE ATTIVITÀ >>

<<I DESTINATARI, A SEGUITO DI UN CORSO DI FORMAZIONE DI 30 ORE, BENEFICERANNO DELLA CONSULENZA E DELL’ASSISTENZA GRATUITA E INDIVIDUALE PER LA REDAZIONE DEL BUSINESS PLAN E PER L’AVVIO DELLA NUOVA ATTIVITÀ>>.

Destinatari: inattivi, inoccupati, disoccupati, con particolare riferimento ai disoccupati di lunga durata, residenti o domiciliati in Sardegna in possesso di diploma di scuola secondaria superiore o titolo superiore. Sarà garantita una riserva di partecipazione alle donne pari al 56% degli allievi previsti.

Contributi: A conclusione del percorso consulenziale, il miglior Business Plan verrà premiato con un contributo in denaro finalizzato all’avvio della nuova attività imprenditoriale del valore di € 1.500,00. Inoltre, a sostegno dei nuovi imprenditori e lavoratori autonomi saranno previsti finanziamenti agevolati e contributi pubblici mirati.

Presentazione delle domande: le domande di iscrizione dovranno pervenire entro e non oltre le ore 18:00 del giorno 9 ottobre 2018 a mano o tramite Raccomandata A/R al seguente indirizzo: EQUILIBRIUM CONSULTING SRL Via Gorizia 40 – 07100 Sassari; oppure via pec a equilibrium@pec.it . Non farà fede il timbro postale. Il testo integrale dell’avviso, il modulo di domanda e tutta la documentazione è scaricabile dal sito www.equilibriumconsulting.it. Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’agenzia a info@equilibriumconsulting.it o al nr. 079295231.

Selezioni: Sassari, 2 ottobre 2018 presso la sede di Performa Confcommercio in Corso Pascoli n° 16/b alle ore 16:00.

Modalità di selezione degli allievi: test attitudinale e colloquio con presentazione della propria idea d’impresa.


Consulta e scarica la documentazione ufficiale

Avviso Pubblico Integrale (.pdf)

Regolamento di selezione (.pdf)

Domanda di Iscrizione (.pdf)

Programma del corso (.pdf)

Brochure (.pdf)

Aperte le iscrizioni al corso gratuito “Management del turismo sostenibile”

Si comunica che l’Agenzia Formativa EQUILIBRIUM CONSULTING SRL

in partnership con Performa Sardegna Scarl, Iscom Emilia Romagna, FEDERALBERGHI Sardegna; Confcommercio Imprese per l’Italia Sardegna; Confcommercio Imprese per l’Italia Nord Sardegna; Ascom Servizi Cagliari; Ascom Confcommercio Servizi Nuoro e Ascom Servizi Oristano

 ha aperto le iscrizioni ai seguenti percorsi formativi finalizzati al conseguimento di certificazione di competenze: 

Destinatari: Inattivi, inoccupati, disoccupati, con particolare riferimento ai disoccupati di lunga durata, residenti o domiciliati in Sardegna in possesso di diploma di scuola secondaria superiore o titolo superiore. Sarà garantita una riserva di partecipazione alle donne pari al 56% degli allievi previsti.

Frequenza e rimborso spese di viaggio: Verrà riconosciuto il rimborso delle spese di viaggio agli allievi fuori sede, esclusivamente per l’utilizzo di mezzi di trasporto pubblico. Per sostenere l’esame di certificazione l’allievo non dovrà aver superato il 20% di assenze sull’ammontare delle ore complessive del corso.

Presentazione delle domande: Le domande di iscrizione dovranno pervenire entro e non oltre le ore 18:00 del giorno 25 settembre 2018 a mano o tramite Raccomandata A/R al seguente indirizzo: EQUILIBRIUM CONSULTING SRL Via Gorizia 40 – 07100 Sassari; oppure via pec a equilibrium@pec.it. Non farà fede il timbro postale. Il testo integrale dell’avviso, il modulo di domanda e tutta la documentazione è scaricabile dal sito www.equilibriumconsulting.it. Per ulteriori informazioni è possibile contattare l’agenzia a info@equilibriumconsulting.it o al nr. 079295231.

Selezioni: Le selezioni si terranno a:

  • Sassari il 02 ottobre 2018 presso la sede di Performa Confcommercio in Corso Pascoli n° 16/b alle ore 10:00 per l’Edizione n° 1
  • Nuoro il 03 ottobre 2018 presso la sede di Ascom Confcommercio Servizi Nuoro  in Galleria E. Loi n° 8  alle ore 10:00 per l’Edizione n° 2
  • Oristano il 04 ottobre 2018 presso la sede di Ascom Servizi Oristano in Via S. Mele n° 7/g alle ore 15:00 per l’Edizione n° 3
  • Cagliari il 04 ottobre 2018 presso la sede di Ascom Servizi in Via Santa Gilla n° 6 alle ore 09:00 per l’Edizione n° 4

Qualora il numero delle domande d’iscrizione non risultasse superiore al numero di posti disponibili, non si procederà alla selezione e i destinatari saranno preventivamente informati mediante la pubblicazione di una comunicazione nel sito dell’Agenzia.

Modalità di selezione degli allievi: Test attitudinale e colloquio.

 


Consulta e scarica la documentazione ufficiale

Avviso Pubblico Integrale (.pdf)

Regolamento di selezione (.pdf)

Domanda di Iscrizione (.pdf)

Programma del corso (.pdf)

Brochure (.pdf)

Credito di imposta per le librerie: aggiornata la guida per la presentazione delle domande

La Legge di Bilancio 2017 ha riconosciuto a decorrere dall’anno 2018, agli esercenti che operano nella vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati con codice ATECO principale 47.61 o 47.79.1, un credito di imposta.
Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, di concerto con il Ministero dell’Economia e  delle Finanze, ha firmato il Decreto recante: “Disposizioni applicative in materia di credito di imposta per gli esercenti di attività commerciali, che operano nel settore della vendita al dettaglio di libri, di cui all’art. 1, comma 319 e seguenti, della legge 27 dicembre 2017, n. 205”.

Gli esercenti che operano nella vendita al dettaglio di libri nuovi e usati potranno accedere al credito d’imposta nella misura massima di € 20.000 per gli esercenti di librerie indipendenti e di € 10.000 per le librerie ricomprese in gruppi editoriali dagli stessi direttamente gestite.

Le agevolazioni sono riservate agli esercenti di attività commerciali operanti nel settore della vendita al dettaglio di libri in esercizi specializzati che:

  • abbiano sede legale nello Spazio Economico Europeo;
  • siano soggetti a tassazione in Italia per effetto della loro residenza fiscale, ovvero per la presenza di una stabile organizzazione in Italia, cui sia riconducibile l’attività commerciale cui sono correlati i benefici;
  • siano in possesso di classificazione ATECO principale 47.61 o 47.79.1, come risultante dal registro delle imprese;
  • abbiano sviluppato nel corso dell’esercizio finanziario precedente ricavi derivanti da cessione di libri, come disciplinato dall’articolo 74, comma 1, lettera c), del decreto del Presidente della Repubblica n. 633 del 1972, ovvero, nel caso di libri usati, dall’articolo 36 del decreto legge 23 febbraio 1995, n. 41, convertito con modificazioni dalla legge 22 marzo 1995, n. 85, e successive modificazioni, pari ad almeno il 70% dei ricavi complessivamente dichiarati.

Le domande potranno essere presentate entro il 30/9/2018 alle ore 12:00.


 

Consulta e scarica la guida aggiornata

Accedi al portale per registrarti ed inviare l’istanza

Campagna contro l’abusivismo e la contraffazione: pieno sostegno di FIPE e SIB

Si rinnova anche quest’anno il sostegno di SIB-Sindacato Italiano Balneari e Fipe-Federazione Italiana Pubblici Esercizi alla campagna di sensibilizzazione e informazione contro l’abusivismo e la contraffazione “Un’estate originale“, promossa nelle principali località turistiche italiane dal Ministero dello Sviluppo Economico (MISE), Direzione Generale Lotta alla Contraffazione-UIBM (Ufficio Italiano Brevetti e Marchi). La campagna, che prevede la diffusione di materiale informativo e l’affissione di locandine e comunicati stampa, sia a livello locale che nazionale, punta a diffondere un messaggio di legalità nei luoghi di villeggiatura e mettere al corrente degli impatti negativi che l’acquisto di merci contraffatte comporta sull’economia del Paese e dei rischi per la salute.

“L’abusivismo commerciale e la contraffazione sono due deplorevoli fenomeni che danneggiano l’intera economia del nostro Paese, oltre che la sua immagine all’estero, ed è anche per questo motivo che la nostra Federazione ha fatto sua questa battaglia – ha dichiarato Lino Enrico Stoppani, Presidente di Fipe. Oltre al danno economico e occupazionale, questi fenomeni alimentano la criminalità organizzata e mettono a rischio la sicurezza e la salute dei consumatori, nonché l’attività di quegli operatori del settore che svolgono il proprio lavoro nel pieno rispetto della legalità. È fondamentale, dunque, che stabilimenti balneari, ristoranti, bar e pizzerie nei luoghi di villeggiatura, ma non solo, svolgano una funzione educativa e informativa per far aumentare la consapevolezza di come un prodotto realizzato con materie prime scadenti, in alcuni casi pericolose e nocive, non è soltanto un danno per tutti, ma comporta anche pesanti multe e sanzioni per il singolo”.
 
“La vendita di merci contraffatte è un fenomeno che in estate vede purtroppo una notevole intensificazione, ed è per questo che teniamo particolarmente all’importante Campagna di sensibilizzazione promossa dal MISE. Come Sindacato Italiano Balneari supportiamo questa campagna perché riflette la nostra volontà di far trascorrere a tutti i turisti delle serene vacanze nelle nostre località di villeggiatura, sensibilizzandoli sui negativi effetti che il mercato del falso produce sulla nostra economia e sulla salute – ha dichiarato Antonio Capacchione, Presidente del SIB-Sindacato Italiano Balneari. Utilizzando il materiale informativo messo a disposizione dal Ministero e limitando concretamente, grazie al nostro personale, il contatto tra i clienti e i venditori abusivi che popolano le spiagge italiane, sono certo che riusciremo a combattere in maniera ancora più incisiva questo fenomeno”.
La Campagna “Un’estate originale” è un valido strumento di lotta nei confronti di un fenomeno che rappresenta un danno enorme per l’erario. Secondo i dati del MISE, Direzione Generale Lotta alla Contraffazione-UIMB, infatti, ogni anno in Italia si spendono 7 miliardi di euro in merci contraffatte, pari allo 0,45% del PIL, per acquistare soprattutto capi di abbigliamento e accessori, cd e dvd, alimenti. Proventi che vengono reinvestiti in altre attività illecite come droga, traffico d’armi e che alimentano il riciclaggio di denaro sporco. Se questi oggetti fossero venduti legalmente, invece, notevoli sarebbero i benefici per l’intera economia del Paese: la produzione interna crescerebbe di 19 miliardi di euro, con un aumento delle entrate fiscali di quasi 6 miliardi di euro (il 2,3% del totale delle entrate) e aumenterebbe anche l’occupazione, nella misura di 100.000 posti di lavoro in più (lo 0,44% dell’occupazione nazionale complessiva).

Consulta e scarica la nota del MISE

Presentato l’Osservatorio Immobiliare Turistico 2018 realizzato da FIMAA in collaborazione con Nomisma

Gli italiani continuano a comprare casa per le vacanze: nel 2017 le compravendite sono aumentate del 3,5% rispetto all’anno precedente.

Presso la sede di Confcommercio a Roma è stato presentato l’Osservatorio Immobiliare Turistico 2018 sul mercato delle case per vacanza realizzato da FIMAA in collaborazione con Nomisma.

I dati dell’Osservatorio indicano una leggera crescita delle compravendite di abitazioni nelle località turistiche.

Rispetto al 2016, infatti, nel 2017 le transazioni registrate a livello complessivo sono aumentate del 3,5%: in particolare, le località marine hanno fatto segnare +4,8%, quelle lacuali +8,0%, mentre quelle montane sono diminuite del -4,3%.

Nel 2018, il prezzo medio per l’acquisto di un’abitazione turistica in Italia si attesta a 2.173 euro al mq commerciale, con un trend dei prezzi di vendita delle case per vacanza in ulteriore contrazione: il dato medio fa segnare una flessione annua pari a -2,5%.

Per quello che riguarda l’analisi territoriale, l’Umbria è la regione che ha registrato il calo più intenso (-4,5%), a seguire Abruzzo e Lazio (-4,0%) e Sardegna (-3,5%).

Nelle località marine, il calo maggiore dei prezzi medi di compravendita di appartamenti nel 2018 si registra in Abruzzo e Lazio (-4,1%), quello più contenuto in Puglia (-0,4%); tra le località di montagna o lago la maggiore variazione negativa è in Umbria (-4,5%) e, a seguire, in Abruzzo (-3,9%), mentre in Friuli Venezia Giulia si è rilevata una sostanziale stabilità (-0,1%).

Santa Margherita Ligure (GE) si conferma ancora una volta in cima alla classifica delle principali località turistiche per quanto riguarda i prezzi massimi di compravendita di appartamenti top o nuovi, con valori pari a 13.000 €/mq. Completano il podio Capri (NA) con 12.800 €/mq e Forte dei Marmi (LU) con 12.700 €/mq. A seguire, si trovano le più rinomate località montane italiane: Madonna di Campiglio (TN), Courmayeur (AO) e Cortina d’Ampezzo (BL) .

Cresce nel 2018 il mercato della locazione delle abitazioni che segna un +1,1% su base annua, in miglioramento rispetto al 2017, beneficiando della crescita dei flussi turistici. L’aumento ha interessato tutte le zone turistiche: +1,5% nelle località lacuali, +1,1% le località marittime e +0,9% la montagna.

Nel suo intervento, il presidente Fimaa, Santino Taverna, ha sottolineato le grandi potenzialità del turismo e quindi del settore immobiliare di riferimento: “Le comparavendite sono in crescita anche grazie al calo dei prezzi che comunque si stanno stabilizzando“. Taverna ha poi ricordato l’importanza di interventi sul piano fiscale che possano favorire il definitivo rilancio del settore: “Servirebbe un’unica imposta locale, la deducibilità per gli immobili strumentali e l’introduzione della cedolare secca, oltre naturalmente scongiurare l’aumento dell’iva come chiesto piuù volte dal nostro presidente nazionale Sangalli e come ha ribadito nel corso dell’Assemblea di Confcommercio il vicepresidente del Consiglio Di Maio“. Infine, il presidente Fimaa ha voluto ancora una volta sottolineare l’anomalia rappresentata dall’attività di intermediazione immobiliare online da parte di alcune note piattoforme: “Si tratta di un esercizio abusivo della professione“.


 

Consulta e scarica la sintesi per la stampa dell’Osservatorio

Tieniti For.te: il prossimo 11 ottobre appuntamento al THotel alle ore 18

L’evento prevede una partecipazione massima di 400 persone, previa registrazione con la seguente scheda di adesione.

Per favorire la più ampia partecipazione, è consentita la registrazione di più persone per la stessa azienda.

Ogni partecipante all’evento dovrà compilare il form di registrazione.

Iscriviti subito: compila il modulo dal portale di For.te


 

Scopri cosa puoi realizzare con il fondo For.te nella sezione dedicata 

L’Associazione Nazionale Titolari di Laboratorio Odontotecnico entra in Confcommercio

Il Consiglio Nazionale di Confcommercio ha deliberato l’adesione alla Confederazione di ANTLO – Odontotecnici Italiani, l’Associazione Nazionale dei Titolari di Laboratorio Odontotecnico – che associa le imprese odontotecniche che esercitano esclusivamente la propria attività di fabbricazione di dispositivi medici su misura in campo odontoiatrico.

Un settore, quello degli odontotecnici, molto importante che conta in Italia ben 12.500 imprese con circa 20.000 professionisti.

Le imprese odontotecniche fanno parte della cosiddetta “filiera del dentale” a cui appartengono, compreso l’indotto, oltre 200.000 addetti impiegati nei diversi ambiti, e precisamente: le industrie che fabbricano beni e servizi per l’intera filiera; le imprese commerciali di distribuzione dei beni prodotti dalle industrie; gli studi odontoiatrici che erogano le prestazioni mediche ai pazienti; le assistenti di studio con mansioni di segreteria, assistenza alla poltrona, ecc.; gli igienisti dentali che erogano prestazioni di igiene dentale presso gli studi; gli odontotecnici che fabbricano dispositivi medici su misura.

Negli ultimi 4-5 anni ANTLO ha avviato una intensa attività sindacale attraverso l’organizzazione di convegni, manifestazioni, audizioni in Parlamento, relazioni con le varie Istituzioni competenti, a cominciare dal Ministero della salute sulle principali problematiche della categoria.

 

 

GIORNATA NAZIONALE DEI BALNEARI ITALIANI

Il 26 agosto 2018 giornata di mobilitazione nazionale degli stabilimenti balneari per chiarire meglio ed illustrare ai nostri clienti e all’opinione pubblica la drammatica situazione in cui versa la balneazione attrezzata italiana.

Questa l’iniziativa promossa dal S.I.B. (Sindacato Italiano Balneari) aderente alla FIPE-Confcommercio, che associa 10.000 imprese balneari del nostro Paese.

Le imprese che operano in questo settore da troppo tempo vivono una pericolosissima situazione di grande incertezza e precarietà a seguito del recepimento, nel nostro Paese, della Direttiva Bolkestein – afferma Antonio Capacchione, presidente del Sindacato. Dopo nove anni in cui lo Stato italiano avrebbe dovuto riformare la materia, e nonostante diverse scadenze – indicate anche per legge – tutte inutilmente decorse, nulla è stato fatto tranne una proroga delle concessioni attualmente vigenti che scadranno il 31 dicembre 2020”.

In questa legislatura, pertanto, si potrebbe determinare un esito disastroso per il turismo balneare italiano avendo eliminato, nelle due precedenti, tutte le norme che garantivano la durata continuativa delle imprese, senza aver introdotto, nel frattempo, alcuna forma di tutela per quelle attualmente operanti.

“É ineludibile e urgente, quindi, un’iniziativa legislativa da parte del Governo – continua Capacchione – che recepisca le ragioni delle imprese che rappresentiamo al fine di salvaguardare il turismo che, come è noto, costituisce un settore determinante per l’economia del nostro Paese, oltre agli attuali livelli occupazionali”.

Le stime del Piano strategico per il turismo 2017 – 2022, infatti, indicano un peso attuale del settore dell’11% circa sul PIL e del 12,5% sull’occupazione. Dalle ultime rilevazioni dell’Istituto Piepoli, per conto di Confcommercio, anche questa estate il mare e la spiaggia, ancora una volta, risultano essere determinanti per il turismo italiano: il 68% dei vacanzieri preferisce le destinazioni balneari e oltre l’80% sceglie proprio le nostre coste, dove i servizi di spiaggia sono sempre più volti alla soddisfazione dei clienti italiani e stranieri.

Dall’ultima indagine, “Gli italiani, il mare e gli stabilimenti balneari”, è stato riscontrato l’alto gradimento (94,8%) che i servizi di spiaggia riscontrano presso la clientela, la quale, in particolar modo, valuta positivamente la supplenza nei confronti dello Stato per quelli di carattere generale (72,1%), come il salvataggio, la pulizia o la sicurezza.

Contrasta con questa situazione lo stato di incertezza e precarietà nel quale sono state lasciate le 30.000 piccole e medie imprese che operano in regime di concessione e che del turismo balneare sono l’elemento fondamentale.

Incertezza e precarietà che risalgono al 2009, da allora ben cinque governi non sono stati in grado di risolvere questo problema per ridare futuro alle imprese e, soprattutto, per rilanciare gli investimenti.

Con la giornata di mobilitazione del 26 agosto intendiamo sensibilizzare l’opinione pubblica sull’importante ruolo sociale ed economico che ricoprono gli stabilimenti balneari e sui problemi del settore – conclude Capacchione – fiduciosi che, grazie al nuovo Governo e a tutte le Forze politiche presenti nel Parlamento, si arrivi presto a una indispensabile legge organica di riforma che metta al centro la necessità di tutelare concretamente queste imprese e, con loro, salvaguardare la peculiarità del turismo balneare italiano, la sua tradizione nata oltre 1 secolo fa e, soprattutto, quella specificità e quei servizi che attirano ogni anno milioni di turisti stranieri nel nostro Paese”.

Presso gli stabilimenti balneari aderenti, oltre alla diffusione di materiale informativo, si svolgeranno una serie di iniziative volte alla promozione della nostra tradizione enogastronomica perché la balneazione attrezzata italiana costituisce una parte importante di quel ‘Made in Italy’ che è un modo di vivere, vestire, mangiare e fare vacanza, apprezzato e, spesso, invidiato e imitato in tutto il mondo.


Materiali della campagna del SIB – Confcommercio